NO PLACE
di Ilaria Caldirola
L’appuntamento è stato dato in un posto indefinito, anzi in “nessun posto”.
Le indicazioni, molto generiche: portare una “traccia digitale”, un amico, qualcosa da condividere (un’opera, un catalogo, un piatto speciale).
Il risultato, però, è stato estremamente concreto: un incontro tra persone che condividono l’interesse per le prospettive insolite e la curiosità per la creazione artistica, un gruppo formatosi spontaneamente e dagli sviluppi imprevedibili, com’è prevedibile che sia con le premesse sopra descritte.
Nell’arco di una serata oltre 30 artisti e amici sono stati tutti chiamati ad essere, per una volta, “co-curatori” della stessa mostra: scambiando ed esponendo gli uni agli altri, nella semi-oscurità, un frammento di sé e della propria ricerca artistica, le proprie idee e, perché no, un bicchiere di vino e un buon aperitivo.
La metafora del rizoma è stata riconfermata in questo evento sviluppatosi per multipli, senza punti di entrata né punti di uscita ben definiti, senza gerarchie interne.


NO PLACE. Venerdi 9 ottobre 2015

a cura di:
Aurelio Andrighetto
artestetica.org
Elio Grazioli
Maurizio Arcangeli
Fabrizio BAsso
Cesare Biratoni
Stefano Boccalini
Clara Bonfiglio
Carlo Buzzi
Ilaria Caldirola
Pasquale Campanella
Tiziano Campi
Alessandro Castiglioni
Umberto Cavenago
Gianluca Codeghini
Ermanno Cristini
Barbara De Ponti
Vittorio Gelmi
Horatio Goni
Mario Gorni
Meri Gorni
Bart Herreman
Il Prufesur
Erique La Corbeille
Sergio Limonta
Gianni Macalli
Ferdinando Mazzitelli
Microcollection
Yari Miele
Concetta Modica
Antonio Mondino
Rossella Moratto
Giancarlo Norese
Olinsky
Pierfabrizio Paradiso
Luca Scarabelli