Nasce AITART: Associazione Italiana degli Archivi d'Artista
di Mariateresa Chirico
"Promuovere comportamenti virtuosi e scientificamente qualificati" è, come recita lo statuto, uno degli obiettivi che persegue AITART, l'Associazione Italiana degli Archivi d'Artista, nata lo scorso 18 dicembre dall'esigenza di contribuire a disciplinare un ambito dove troppo spesso si riscontrano casi di errori e approssimazioni; uno strumento, quindi, per rendere più trasparente il mondo dell'arte così da sostenere realmente gli artisti, anche i giovani, tutelarne la memoria, promuoverne l'opera. Un patrimonio straordinario che gli Archivi esistenti conservano, grazie a uno scrupoloso lavoro di studio e di ricerca, trovandosi spesso a dover affrontare anche situazioni poco limpide che inquinano l'attività e la memoria dell'artista. Ecco allora la necessità di promuovere delle "buone pratiche" che regolino, tra l'altro, la conduzione degli Archivi stessi, il rilascio dei certificati di autenticità e delle attestazioni di paternità, la redazione e l'aggiornamento dei cataloghi ragionati.

Ai soci fondatori - Associazione per Filippo De Pisis, Centro Studi Giorgio Morandi, Archivio Opere Ennio Morlotti, Archivio Cesare Andreoni, Comitato Generale dell'Opera di Bruno Cassinari, Fondazione Remo Bianco, Comitato Promotore per la Realizzazione dell'archivio e del Catalogo Ragionato delle Opere di Gianni Dova, Archivio Gallizio, Centro per l'Arte Contemporanea Luigi  Pecci, Archivio Enrico Prampolini -, ben consapevoli tutti dell'importanza di "fare rete" così da acquisire una maggiore autorevolezza anche nei confronti del mercato dell'arte, si sono già aggiunti Cittadellarte- Fondazione Pistoletto e la GAM di Torino. La presenza della prestigiosa Galleria piemontese e il fatto che l'Associazione abbia sede presso il Museo del Novecento di Milano sanciscono lo stretto rapporto che AITART intende stringere con le Istituzioni, esse stesse luoghi di conservazione e tutela del patrimonio del Paese, nonché interlocutori di artisti e, spesso, destinatari di materiali preziosi e di archivi.

AITART si pone come strumento attivo di sostegno alla cultura e all'arte attraverso la tutela, la conservazione e la promozione dell'opera degli artisti, realizzato anche grazie ad attività espositive, editoriali, di formazione.