Sophie Calle al Castello di Rivoli
Dopo aver partecipato alla Biennale di Venezia del 2007 nella quale rappresentò la Francia nel padiglione nazionale, Sophie Calle è ancora in Italia, al Museo di Rivoli. Tra le due mostre vi è un filo conduttore costituito dalla messa in scena degli ultimi giorni di vita della madre, ripresi in un video di straziante umanità fino alla sua morte. Il video fu presentato a Venezia e ora, a Rivoli il tema viene sviluppato con ulteriore documentazione costituita da oggetti, fotografie e installazioni.
Questo lavoro, è importante, oltre che  per la sua forza intrinseca, soprattutto perché rappresentativo di tutta l’attività artistica  di Sophie Calle  tesa ad una riflessione costante sulla realtà e sui rapporti umani analizzati nei minimi particolari, sia di natura psicologica, sia reale, quotidiana, legata agli oggetti, che vanno a costituire una continua biografia dell’artista. E’ la  costante nei suoi lavori e la si ritrova ad esempio nella “Festa di compleanno” che allude  al tempo che scorre nell’indifferenza altrui e alla paura di cosa ci riserva il futuro; il tutto giocato con il numero degli amici invitati pari agli anni trascorsi più uno sconosciuto, e sui regali ricevuti. In “North Pole” il ricordo della madre è evocato nel suo desiderio di andare al Polo Nord: Sophie Call lo realizza alla sua maniera, utilizzando i gioielli  cari a sua madre per sostituirli ad essa nel viaggio  sognato.
Sempre ancora il reale che interagisce con la memoria (alla ricerca della propria identità).


Sophie Calle. MAdRE
a cura di Beatrice Merz
11 ottobre 2014 – 15 febbraio 2015
Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea (Torino)
Link: www.castellodirivoli.org