RICHARD SERRA, East-West/West-East, nel deserto del Qatar
È stata inaugurata da poco quest'opera di Richard Serra: quattro torri d'acciaio alte quindici metri ciascuna e messe in fila in lunga distanza a fare da segnale di riferimento in posizione strategica per essere viste da molto lontano e da tutte le direzioni.
Il luogo è la riserva naturale desertica di Brouq, vicino Doha. Il progetto nasce, come l'altra opera monumentale "7" (che riprende l'architettura delle torri eptagonali dei primi minareti), dalla collaborazione sinergica con Sheikha Al-Mayassa bint Hamad bin Khalifa Al-Thani, che è a capo della Qatar Museums Authority, in pratica il ministero della cultura, che ha un budget annuo di un miliardo di dollari.
"Le mie opere esistono nel presente, nell'attimo e nel luogo in cui ne fruisci" ha affermato l'artista che si pone in antitesi con "l'intersezione  tra virtuale e reale" e comunque con "il copia-incolla del postmodernismo".