MELOTTI E KLEE al Museo d'Arte di Lugano, fino al 30 giugno 2013
Due artisti che vengono messi a confronto, anzi in dialogo di sguardi, uniti dalla non rappresentatività  dell'arte che ha invece la funzione di rendere visibile il reale. Artisti che non si sono mai incontrati, ma che hanno in comune il loro rapporto con la musica, uno suonava il violino, l'altro il pianoforte e che si ritrovano sul piano dell'armonia, quella delle piccole cose, del contrappunto, delle lettere dell'alfabeto, degli spartiti, dei fili d'erba e dei pentagrammi.